Vendemmia 2017: si prevedono lacrime ovunque ma non in Campania.

Assoenologi sta facendo filtrare i primi dati sulla vendemmia 2017 e  rivede le stime della produzione al ribasso.

Si parla di un raccolto addirittura “decimato”. La previsione iniziale di 40-42 milioni di ettolitri (contro i 54,1 milioni del 2016) potrebbe rivelarsi del tutto eccessiva. Il caldo torrido dell’estate italiana a tutte le latitudini , il perdurare della siccità e delle alte temperature soprattutto al Centro Sud, la colpevole carenza di riserve di acqua nei terreni,  potrebbe portare ad una consistente perdita di peso dei grappoli e , quindi, della produzione.

Si va verso un sentimento per cui non si può proprio parlare di annata memorabile. Previsioni di raccolta al ribasso del 30-40%  per  Lazio, Umbria,  Toscana, Abruzzo, Puglia e Sicilia. La Lombardia, che ha sofferto anche per le gelate primaverili e le grandinate di fine agosto, si attesterà a -25%, cosi come le Marche e la Sardegna. Situazione meno grave per Piemonte e  Veneto a -15% e per l’Emilia Romagna, a -20%. Problemi minori a riguardo della raccolta prevista per il Trentino e l’Alto Adige, con un danno che non dovrebbe superare il -10% della produzione. Unica regione con il sorriso sembra essere la la Campania, con un +5% , in totale controtendenza. Come dicevano i romani quindi, sempre più “Campania felix” per la vendemmia 2017.

FdV

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...