Il fake arriva anche nelle Langhe: 5.000 bottiglie sequestrate.

il

Marzo 2017. La notizia, diffusa dal sito del quotidiano “La Stampa” parla  di bottiglie dei migliori vini Doc e Docg delle Langhe, Barolo compreso, che contenevano solo vini generici e di scarsa qualità. L’ipotesi sulla quale stanno indagando i Carabinieri del Nas di Alessandria ha portato ad un sequestro di  5.000 bottiglie di Barolo e altri grandi vini contraffatti . In una cantina nella frazione Canove di Govone, avrebbero sequestrato oltre 5.000 bottiglie di vini con etichette taroccate e migliaia di contrassegni fasulli, per un valore di decine di migliaia di euro. Saranno le analisi ad accertare l’origine e la natura dei vari prodotti contenuti nelle bottiglie sequestrate.
Due sarebbero i principali indagati nella vicenda, ma seguendo la filiera i Carabinieri e gli Ispettori avrebbero compiuto sequestri anche in alcuni bar albesi che mettevano in vendita i vini fasulli. Le perquisizioni si sarebbero allargate anche ad altre cantine della zona e a due copisterie di Canale e di Fossano, dove sarebbero state ritrovate migliaia di etichette “fake” 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...