Il vino sa di tappo? Clamorosi rimedi dal futuro

E’ con piacere che i Fulmini di Vino sono venuti a conoscenza di un’importante innovazione tecnologica.  Stiamo parlando di  Sughera, ovvero del primo tappo in grado di ovviare al rischio di infezione da TCA (il fastidioso sentore di tappo) senza utilizzare collanti a contatto con il vino.
Il prodotto è italianissimo e viene realizzato dall’azienda vicentina Labrenta, all’avanguardia a livello mondiale nella ricerca di chiusure per il vino:  

Sughera è il frutto di una decennale attività di ricerca, è un tappo in micro-agglomerato, perfettamente sterilizzato, legato senza utilizzo di collanti.

L’innovazione consiste nell’applicazione di uno speciale blend di polimeri farmaceutici che svolge un’azione legante naturale nei micro-granuli in sughero di cui è composto il tappo.

Per i produttori di vino è un’enorme aiuto.  I consumatori potranno quindi trovare una chiusura più pura a livello sia sensoriale che organolettico. Nonché green oriented, ovvero completamente riciclabile.

Ma c’è di più, ovvero un ulteriore sofisticato procedimento di micro-iniezioni, frutto di un altro brevetto depositato da Labrenta, che permette di replicare la tradizione e la naturalità del sughero.

Sulla superficie del sughero vengono  create appositamente delle particolari scanalature per replicare in ogni minimo dettaglio il  cosiddetto sughero monopezzo. 

Insomma anche nel nostro mondo, dove la tradizione è sovrana, il futuro si sta palesando. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...