Lo sai che? 8 curiosità su il Sakè.

  1. Bevanda tradizionale giapponese ottenuta da fermentazione del riso.
  2. Si conosce dal III secolo A.C prodotto nella corte Imperiale e nei templi come bevanda propiziatoria nelle cerimonie religiose legate alle diverse stagioni agricole.
  3. Ad oggi i produttori sono quasi 2000, concentrati nei pressi di Kyoto.11374714_1443329529302117_1259135974_n
  4. Il Sakè grezzo detto Moromi, ha un tenore alcolico del 20% di alcol etilico: deve essere conservato in frigo e consumato rapidamente. Solitamente il Sakè è consumato entro 1 anno dalla produzione.
  5. In Giappone il Sakè è servito nella tradizionali coppe di porcellana dette “Sakazuki” e versato da una bottiglia di porcellana o ceramica detta “Tokkuri” che viene preventivamente immersa in acqua calda per raggiungere la temperatura di 40°-50° C. img58317379
  6. Il Sakè va sorseggiato lentamente. Il suo rapporto con il cibo italiano puo’essere intrigante. Per la sua natura fermentata il sake sta di solito bene con diversi tipi di piatti fermentati e stagionati. Questo atteggiamento “aperitivesco” è una buona strategia per iniziare a degustarlo.
  7.  Il sake non è un vino. Anche se in molti, fuori dal Giappone, si riferiscono al sake come “vino di riso”, se si guarda bene a come viene prodotto in realtà è probabilmente più simile alla birra e al suo processo di fermentazione.
  8. Da servire caldo o freddo?  Dipende dal tipo.  L’importante è comunque raffreddare o riscaldare un poco la bevanda, senza eccedere. Per quelli da servire caldi, l’ideale è una temperatura tiepida, simile a quella del corpo umano, fra 35 e 40 gradi.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...