Perchè il Gallo Nero è il simbolo del Chianti Classico?

Il Gallo Nero in campo oro è lo storico simbolo del vino Chianti Classico.Tutto nasce da una leggenda medioevale. Attore principale: un gallo nero.

La sua vicenda segnò in pratica l’unità politica dell’intero territorio chiantigiano, perché fu proprio il comportamento di un gallo nero a deciderne il destino. Tutto iniziò con una gara tra un cavaliere fiorentino e un cavaliere senese che si contendevano il confine tre le due Repubbliche. La leggenda narra  che Firenze e Siena si contendessero ferocemente il territorio del Chianti, semplicemente intermedio alle due città. Per porre fine alle contese e stabilire un confine definitivo, venne adottato un bizzarro sistema. Si decise di far partire dai rispettivi capoluoghi due cavalieri e di fissare il confine nel loro punto d’incontro. La partenza doveva avvenire all’alba e il segnale d’avvio sarebbe stato dato dal canto del gallo. I senesi ne scelsero uno bianco, mentre i fiorentini decisero per il nero. La leggenda narra ancora che i fiorentini  tennero chiuso e a digiuno  il loro gallo, rendendolo semplicemente esasperato. Il giorno fatidico della partenza, non appena fu tolto dalla stia, il gallo fiorentino cominciò a cantare fortemente anche se l’alba era ancora lontana. Il suo canto consentì  al cavaliere fiorentino di partire immediatamente e con grande vantaggio su quello di Siena, che dovette attendere le prime luci del giorno, quando il suo gallo, cantando regolarmente, gli permise di partire. Così i due cavalieri si incontrarono solo a 12 chilometri da Siena e la Repubblica di Firenze poté annettere al suo territorio tutto il territorio del Chianti.

Dopo questa vicenda, il Gallo Nero divenne anche il simbolo delle Lega del Chianti che, all’interno dello Stato fiorentino, aveva anche compiti amministrativi e di difesa militare .

Dato il suo notevole significato politico, fu anche raffigurato nel famoso Salone del Cinquecento, in un celebre affresco del maestro Vasari, quando nella metà del sedicesimo secolo l’illustre pittore e architetto fu chiamato a ristrutturare il Palazzo della Signoria a Firenze.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...