Fattoria Casetto dei Mandorli di Nicolucci

il

Seconda tappa del Tour Vini di Romagna. Provenendo da Imola ci addentriamo nelle colline romagnole e, sbagliando, arriviamo a Castrocaro Terme. Rimaniamo subito catturati dalla bellezza del paesaggio che ci circonda e , svoltando direzione Predappio, percorriamo una strada davvero spettacolare che aumenta ancora di piu’ la nostra curiosità su questa Romagna di collina…troppo spesso dimenticata per la piu’ famosa e frequentata Romagna di mare. Arriviamo a Predappio e, incrociando alcune strutture architettoniche, subito ci sembra di vivere in una realtà futurista. Diciamo che è impossibile non pensare a quello che ha rappresentato, simbolicamente, Predappio: per la storia piu’ o meno recente della nostra Italia. A prescindere dalle posizioni politiche o storiche.

Ma noi siamo qui per incontrare una realtà d’eccellenza della viticoltura romagnola ovvero la fattoria Casetto dei Mandorli di Nicolucci. E quindi saliamo ancora fino a Predappio Alta, area storicamente vocata alla produzione del Sangiovese. Ci accoglie Alessandro Nicolucci, l’attuale Deus ex machina della storica cantina ereditata da sua papà Giuseppe. La Casetto dei Mandorli produce vino dal 1885 ed è, grazie ad un lavoro di piu’ generazioni, uno dei massimi punti di riferimento per la produzione del Sangiovese di Romagna. Alessandro Nicolucci ci racconta molti aneddoti sia sulla sua famiglia (a riguardo del nonno e del papà, ex dirigente delle Poste Italiane che decise di riprendere la conduzione delle vigne)  che sul territorio ovvero sulla storica presenza di miniere di zolfo. Ci viene consegnato un documento riguardante lo Statuto di Predappio del 1383 che certifica la presenza di numerose attività produttive e la necessità di regolamentarne la convivenza.

L’attenzione va subito sulla famosa ” vigna del generale”. Parliamo di una vecchia vigna di Predappio che deve il suo nome alle vicende di un generale amante del vino. A ritorno dalla guerra, il generale acquisto’  il miglior terreno del paese e ci pianto’ viti di Sangiovese: acino piccolo in grado di generare vini longevi da poter essere degustati anche dopo 20 anni. Il Generale aveva un amico molto speciale: un lupo che passava le giornate nelle vigne, cibandosi d’uva e sporcandosi il manto grigio. Un lupo “rosso” di Sangiovese. Cosi si narra ancora oggi nel paese e cosi si presenta l’iconico lupo sulle etichette dell’Azienda Nicolucci.

Arrivo’ un giorno che il generale si convinse a vendere il terreno e… la famiglia Nicolucci acquisi’ la proprietà. Da allora la Vigna del Generale è diventata, per la Fattoria Casetto dei Mandorli,  la loro  piu’ importante firma: il Sangiovese Predappio di Predappio – La vigna del Generale: “Tre Bicchieri” sulla guida Vini d’Italia Gambero Rosso -edizione 2009/2012/2013/2014/2015/2016; “Top Hundred” i 100 migliori Vini d’Italia de Il Glossario di Massorbio e  Gatti; ” 5 Grappoli”  valutazione di eccellenza sulla Guida DuemilaVini Ais – edizione 2011/2012/2013/2014/2015; valutazione di Eccellenza sulla Guida Vitae dell’AIS 2015/2016.

Abbiamo degustato in modo trasversale le diverse linee e deciso di presentarvi due vini (le annate presenti sulle etichette delle immagini qui sotto potebbero non corrispondere ai vini degustati e presentati successivamente. Fa fede l’annata descritta in degustazione).

predappiodipredappio

Predappio di Predappio Sangiovese di Romagna – Riserva DOC, La Vigna del Generale, rosso fermo, annata degustata 2013.

100% Sangiovese, colore rosso granato Abbiamo ravvisato un notevole corredo aromatico, note di rabarbaro, grafite, spezie dolci sul tratto caratteristico che lo rende unico: una nota nota sulfurea – minerale sempre presente.  Tannini ben delineati, buona persistenza in bocca. Due anni di affinamento in botti di rovere. Lo consiglierei con selvaggina. Temperatura consigliata per il consumo: 18-20 °C.

20160513_153137
Alessandro Nicolucci, titolare della Fattoria Casetto -Nicolucci e Sara Donnini di Fulmini di Vino
20160513_145531
Fattoria Casetto dei Mandorli – Nicolucci. Via Umberto I, 21 Predappio Alta

 

La degustazione continua con…

neropredappio

Nero di Predappio, Sangiovese 50%, Refosco 40%, Melot 10%, rosso fermo, annata degustata 2015.

Utilizzo parziale di un vitigno tipico del Friuli Venezia Giulia, detto anche Terrano  Vino di grande personalità, con un colore rosso rubino profondo, al naso si percepiscono note di marasca, pepe nero, viola. Inizialmente tannini importanti che insiema ad una buona struttura ed equilibio ne fanno un ottimo vino armonico. Sei mesi di affinamento in barrique. Lo consiglierei con con carni grigliate e formaggi stagionati . Temperatura consigliata per il consumo: 18-20 °C. e si consiglia di aprire la bottiglia con anticipo ed eventuale mescita nel decanter.

Insomma qui, a Predappio Alta si respira davvero la storia del Sangiovese romagnolo. Ma si intravvede anche la potenzialità di questo vitigno, sicuramente ancora in parte inespressa. Soprattutto in termini di movimento regionale.  La degustazione è stata certamnete  positiva e abbiamo deciso di inserire la Fattoria Casetto dei Mandorli – Nicolucci  tra le aziende con cui collaboreremo per le degustazioni autunnali dei Fulmini di Vino – Wine Club. Ricordiamo ancora a tutti che le aziende qui presentate potranno essere degustate alle serate del Wine Club che si terranno a Milano presso Lounge Bars/Hotels/Ristoranti amici. Chi volesse avere piu’ informazioni sui vini presentati, non esiti a contattare i Fulmini alla seguente mail: s.donnini@fulminidivino.com oppure tramite la nostra pagina facebook https://www.facebook.com/fulminidivino.

Un sentito ringraziamento ad Alessandro Nicolucci.

Sara Donnini e il Team di Fulmini di Vino

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Lido ha detto:

    Bell’articolo

    Mi piace

  2. Gigio ha detto:

    Ciao Lido che fai viene alle degustazioni?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...