Il Prosecco cresce ancora. Troppo?

il

Ancora più ettari vitati per il prosecco. Il consorzio della Doc con sede a Treviso, nel corso dell’assemblea del 28 aprile scorso, ha approvato l’aumento di tremila ettari della superficie vitata, premiando per il 50% i produttori storici e, per la restante metà, i giovani viticoltori e le produzioni biologiche.  Il tetto delle coltivazioni a uva Glera ( per chi non lo sapesse è l’uva principale con cui si produce il prosecco) viene così portato da 20.250 ettari, di cui  16.500 in Veneto con il restante  in Friuli Venezia Giulia, alla ragguardevole quota di 23.250.

images

I tremila ettari in più di vigneto verranno ripartiti proporzionalmente tra Veneto e Friuli Venezia Giulia per ottenere un incremento della produzione e per soddisfare la sete di prosecco in crescita  fuori dallo Stivale.  La decisione del consorzio presieduto da Stefano Zanette  si fonda su un incremento “prudenziale” della domanda, fissato nell’ordine del 5% annuo per i prossimi tre anni. Ricordiamo che nel corso del 2015  Il Prosecco, addirittura, ha visto crescere i propri ammiratori globali del +18,9%. Sempre piu’ una star internazionale.

Fino a qui, non dovremmo che elogiare ed essere contenti che l’apparato produttivo del Prosecco abbia  raggiunto queste vette di vendita, in una congiuntura economica sfavorevole. Ma vi sono anche posizioni diverse. Che raccoglieremo nei prossimi posts.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...